Feed RSS

Lo zero virgola

Sottotitolo: da “ce lo chiede l’Europa” a “ce lo ha chiesto l’isis” è un attimo. 

Bisogna cominciare a decidere se la lotta al terrorismo passa per qualche rinuncia dei vivi o se è meglio sacrificare altri morti alla causa.
Ovvero se si può cominciare a pensare di smetterla di giustificare per questioni economiche le alleanze coi paesi come l’Arabia e le strette di mano dei governanti europei ai re sauditi che applicano la stessa sharia violenta e criminale dei terroristi, che hanno molte responsabilità nell’espansione del fondamentalismo che uccide solo però, siccome loro hanno soldi e petrolio ci si va col sorriso sulle labbra.
Bisognerebbe essere persone serie, ecco.

***

ATTENTATI PARIGI, TRAVAGLIO: “ARMIAMO PAESI CHE PRIMA O POI CI SPARERANNO CONTRO”

Parigi e le (orribili) verità che ci vengono nascoste

Terrorismo, sicurezza e libertà personali: perché occorre vigilare di fronte alle leggi speciali invocate dai politici

***

 

Chissà chi ha deciso che lo zero virgola niente è niente se investito nella lotta al terrorismo mentre lo stesso zero diventa una cifra spropositata se si tratta di prevenire altre stragi e tragedie.
Chi ha deciso che i morti di terrorismo sono più morti di chi viene inghiottito nel fango di un nubifragio e del ragazzino ammazzato dal soffitto della scuola. Se sono più morti dei suicidati di equitalia.
O se sono più morti di chi non viene curato in tempo, soccorso in tempo perché mancano i servizi essenziali che proprio non si possono far uscire dallo stesso zero virgola su cui si può sorvolare per motivi di sicurezza. 

***

•ATTENTATI PARIGI, RENZI: “NO LEGGI SPECIALI E MODIFICHE A CARTA. NIENTE REAZIONI DI PANCIA. MA PIÙ SOLDI A SICUREZZA”

“Figurarsi se uno sta attento allo ‘zero virgola’ sulla sicurezza. Quello che vale per la Francia varrà anche per l’Italia”.

***

Il keynesismo del terrore – Massimo Rocca – Il Contropelo di Radio Capital

Ma a quanto sta il cambio tra i morti di terrorismo e i disoccupati? Capisco che la domanda sembri blasfema. Però la risposta mica tanto. Come sapete la Francia ha annunciato che sforerà i limiti di Maastricht e del Fiscal Compact, ancor più di quanto abbia fatto finora, perchè deve assumere forze dell’ordine e potenziare la sicurezza. Juncker, senza consultare nessuno, ha detto di sì, anzi ha esteso lo sforamento a chiunque voglia fare altrettanto. E’ insomma la realizzazione del paradosso di Krugman, per uscire dalla recessione mondiale ci vorrebbe la guerra coi marziani. E ovviamente bene fa la Francia e bene fanno tutti a difendersi. Ma chi ha stabilito che 130 morti, strazianti e straziati, in un attentato valgono come emergenza più di tre milioni di disoccupati da cinque anni? Perché per evitare quello, giustamente, si può spendere, ma non si può evitare di scacciare di casa i greci che non hanno più i soldi del mutuo? Perché lo stato è la soluzione e non il problema per le pallottole e i Rafale e non per i morti da frane o da incidenti all’Ilva? Perché si possono assumere diecimila poliziotti e non o anche diecimila ricercatori?

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...