Feed RSS

Grillo non dovrebbe uscire dal blog ma da se stesso

Niente elezioni? Meno male che c’è il televoto  

Francesca Fornario per Il Manifesto

L’AZZERAMENTO DELLA POLITICA VA IN ONDA CON LO STREAMING (Sebastiano Messina)

MA IL MOVIMENTO SI SPACCA SU BEPPE: “BRAVO, L’HA ASFALTATO”. “NO, SI È COMPORTATO COME UN BAMBINO” (Tommaso Ciriaco)

***

Mauro Biani

 Uno che ha fatto della comunicazione il suo avamposto da combattimento non ha ancora capito bene cosa farci. Uno che fa parlare Messora e Casalino per conto del Movimento che rappresenta  di comunicazione e dei suoi effetti, conseguenze non ha capito proprio nulla e nemmeno la  sfrutta come dovrebbe. Salvo poi fare la vittima quando i suoi atteggiamenti forniscono sempre ottimi alibi ai critici tout court.
  Il primo nemico dei 5stelle è proprio Grillo. Strano che ci sia ancora chi difende il suo modo di fare. E io questo l’ho detto e scritto in tempi molto meno sospetti di questo. Un disastro totale; impedire di far parlare l’interlocutore è la strategia tipica dei berlusclowns, quelli che interrompono, che parlano sopra, che scuotono la testa e fanno le smorfie quando li inquadrano. Mi pare che non ci sia molta differenza, che non sia per nulla rivoluzionario e non è nemmeno quello che gli avevano chiesto i suoi via web anche se la maggior parte di loro è costretta a concordare sempre perché nelle dittature “morbide” non è previsto un altrettanto morbido dissenso: bisogna condividere sempre pena l’esclusione dalla setta a cinque punte. E come al solito a fare  le spese dell’esuberanza dialettica di Grillo saranno altri, i suoi in parlamento che l’impegno stanno provando a mettercelo  e noi che non vogliamo lui, Renzi né il criminale ancora a piede libero ma siamo costretti a subire questo scempio a getto continuo perché purtroppo coinvolge tutti quanti, non solo i fan sperticati di questo, quello e il tal’altro, di quei protagonisti del derby infinito fra chi cell’ha   più lungo, chi è più capace a mostrare i muscoli ma non a dire quello che vuole fare esattamente e nemmeno convincere che quello che dice poi lo farà come Renzi. Non ha vinto nessuno, perché non c’è stato nessun dibattito su cui poter sviluppare un ragionamento serio. In compenso perdiamo noi che non vogliamo Grillo, Renzi né tanto meno il convitato di pietra, il pregiudicato delinquente che continua a scorazzare nei palazzi istituzionali, ma ci ritroviamo coinvolti nostro malgrado in questo corto circuito.
Grillo doveva fare in modo che l’avversario parlasse con lui, non costringerlo a rivolgersi ad un delinquente. Se fosse stato meno accentratore, se si fosse sentito meno migliore di tutti ma più uguale agli altri ci sarebbe stato lui a fare la legge elettorale, non il criminale. Politica è anche costringere l’interlocutore al dialogo, fare in modo che lo debba fare per forza, diventare la vera alternativa al dibattito politico, non scappare come ha fatto lui che ha sempre rifiutato di parlare con tutti perché nessuno era all’altezza di sua maestà il demolitore. 
La verità è che Grillo non si sa confrontare nel vis à vis. E’ molto più facile mandarle a dire che dirle. A lui bisogna dare un palco, la gente davanti e lasciarlo al suo ruolo di guitto esperto nell’arte dell’orazione, quello che riesce a dire qualcosa che ha un senso perché oggi si è perso il senso di tutto, perfino del buon senso. Ma se gli si chiede di sedersi ad un tavolo dove devono parlare anche altri lui NON CI VA. Perché non sa sostenere un contraddittorio semplicemente parlando, non urlando, parlando sopra all’interlocutore e vaneggiando di dittature morbide come piace a molti dei suoi che si riconoscono nei suoi stessi atteggiamenti perché pensano che il  vaffanculo sistematico sia la risoluzione dei problemi e l’ingrediente necessario al dibattito politico.

Annunci

»

  1. Sono del parere che puoi avere ragione al cento per cento ma se esponi il tuo pensiero urlando, passi automaticamente dalla parte del torto

    Rispondi
  2. ooooh e poi qui siamo ancora al livello delle parole, delle chiacchiere che, come ben si sa, non hanno mai riempito alcuna panza
    Figuriamoci un domani che invece delle chiacchiere si dovessero illustrare fatti

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...