Feed RSS

Il PD ha finalmente trovato il modo di non perdere le elezioni. Non farle. [cit.]

Ecco a che sono servite le larghe intese, a perfezionare il lavoro iniziato in parlamento qualche anno fa quando violante rassicurò berlusconi circa la promessa fatta di non disturbare la sua attività di imprenditore. Quando disse che già nel ’94 furono date a berlusconi tutte le garanzie che nessuno gli avrebbe toccato le televisioni. E quindi che nessuno avrebbe mai risolto il conflitto di interessi. [http://youtu.be/RHPRel7mpUM]

Se il pregiudicato delinquente condannato metterà piede al Quirinale in qualità di capo delegazione del suo partito per le consultazioni nessuno, ma proprio nessuno venisse più a parlarci di rispetto per le istituzioni, di vilipendio per qualche parola, per non parlare di responsabilità e senso dello stato di Napolitano. E finché la politica non tornerà ad essere esercitata e svolta alla luce del sole, nelle sedi preposte, che non sono le segreterie di partito nessuno, ma proprio nessuno si dovrebbe azzardare a parlare di democrazia. Questo paese è in mano a una setta di impostori scelti da nessuno che hanno fatto cosa loro della roba di tutti e noi abbiamo il diritto di difenderci da queste persone, nessuno può imporci di riconoscerle come autorità e istituzioni né tanto meno di rispettarle. 

***

Nei paesi civili più di questo, anzi civili e basta perché questo non lo è, i reati contro la collettività sono puniti più duramente degli altri. Perché il danno contro tutti è riconosciuto, giustamente, più grave di quello contro il singolo. Negli states per una frode danno anche 350 anni di galera e, cosa importantissima, i colpevoli ci vanno e ci restano, non li chiamano a fare le leggi o a decidere col capo dello stato per i nuovi governi. Così anticipiamo anche quelli che “al Quirinale c’è andato anche Grillo”. Un incidente fa parte degli eventi casuali della vita, fra i quali ci sono anche quelli tragici. Un furto è qualcosa di pianificato scientemente con l’intenzione di danneggiare. Ecco perché sì, è più grave il furto allo stato di un incidente.

***

Almeno 10.000 persone  – che non ci dovevano andare –  sono finite in galera e ci sono rimaste, Stefano Cucchi è morto a causa degli effetti collaterali dell’arresto e del carcere, ovvero di botte, grazie a una legge che non ci doveva stare [Quindi Stefano Cucchi è stato arrestato per una legge incostituzionale] fatta dal governo di un delinquente vero che in galera non ci può andare in virtù di leggi volute e ottenute da lui medesimo e approvate dal parlamento e dal presidente della repubblica che non hanno mai fatto un plissé nemmeno davanti all’indecenza. Il più delinquente di tutti, perché ha rubato allo stato e lo ha fatto da presidente del consiglio, può avere ancora tutta questa considerazione ed avere voce in capitolo nella politica, nelle leggi, nella formazione di un governo, l’ennesimo abusivo, entrare e uscire dai palazzi da senatore decaduto con disonore come se niente fosse accaduto?   Il vero vilipendio allo stato e a tutti i cittadini costretti a subire questo immondo scempio è questo. 

***

Nota a margine: a proposito di san Valentino.
Insegnate ai vostri figli a distinguersi, a non fare quello che fanno tutti e hanno sempre fatto tutti per tradizioni imposte. Che il mazzo di fiori ha più valore se si regala un lunedì qualunque, invece del giorno in cui tutti comprano mazzi di fiori.
Insegnate ai figli maschi la bellezza di una concessione consapevole, voluta, condivisa, e che un no, significa proprio no: non sottintende nient’altro nemmeno se a pronunciarlo è una ragazza, una donna che scopre il suo corpo per vanità, perché è bella, e perché non si vergogna di esserlo. 
E alle figlie femmine che l’amore è bello, il sesso è bello, ma che c’è un tempo per tutto. Che si può vivere una vita iniziandola dal principio: che si può essere prima bambine, poi adolescenti, poi giovani donne, poi donne e godersi serenamente ogni periodo della vita senza bruciare le tappe. 
Senza voler somigliare a nessuno, che è la più grande conquista della vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...