Feed RSS

Se lo meritano, Alberto Sordi: ecce Renzi

Inserito il

Tanto, destra, sinistra, tutti uguali no?

Se la scelta di Renzi è il frutto dell’espressione massima della democrazia qual è quella di delegare la scelta di un leader politico al popolo, facciamo che è espressione massima anche quando gli esiti sono altri. 
Anche quando la gente sceglie di farsi rappresentare dal criminale o dal buffone. 
Facciamo che ognuno è autorizzato a scegliersi la testa di cazzo che più gli somiglia senza che nessun altro gli dia la patente di democratico, fascista, imbecille un tanto al chilo. L’elezione di Renzi è il  risultato della scelta del male considerato  minore. Ma allora è male minore anche preferire il buffone al criminale,  in quel caso però  molti hanno da ridire e si permettono di dare del nazista a chi sceglie il buffone al posto del criminale.

La maggior parte degli italiani non sono di destra né democristiani, sono niente, gente che non vale niente. 

Si fa presto a scrivere la storia politica di questi ultimi vent’anni. Tutto iniziò dal primo stronzo che disse anche da dentro la sinistra che “destra e sinistra non contano, contano le idee e le persone”. E infatti abbiamo visto molto bene da quali idee e da quali persone ha scelto e sceglie di farsi rappresentare il glorioso popolo italiano.

C’è di che andare fieri di questo paese, altroché. Mancano le parole, per dire quanto.

Signori miei: io sto dalla parte di Marchionne, dalla parte di chi sta investendo sul futuro delle aziende, quando tutte le aziende chiudono, è un momento in cui bisogna cercare di tenere aperte le fabbriche”. [Matteo Renzi, 11 Gennaio 2011] “Referendum? Voterò “no” all’abolizione della remunerazione sull’acqua”. [Matteo Renzi, 4 Giugno 2011] “TAV in Val di Susa? Quando le amministrazioni decidono, ci sono le garanzie ambientali e tutti i passaggi democratici, ad un certo punto bisogna fare le cose, altrimenti diventiamo il Paese dei ritardi, o come nel Monopoli, dove si pesca ‘tornate al vicolo corto’, e si ricomincia da capo”. [Matteo Renzi, 4 Luglio 2011] “Sbaglia il PD ad aderire allo sciopero della CGIL”. [Matteo Renzi, 30 Agosto 2011] “Mi ritrovo nella lettera della BCE. Sì all’aumento dell’età pensionabile”. [Matteo Renzi, 26 Ottobre 2011] “A me dell’articolo 18, usando un tecnicismo giuridico, non me ne po’ frega’ de meno”. [Matteo Renzi, 27 marzo 2012] [and so on…]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...