Feed RSS

Par_buckling, invece è solo l’Italia

Enzo Biagi – Berlusconi Se non entro in politica mi arrestano

Giusto per ricordare che qualcuno lo aveva detto.
E sarebbe bastato aprire qualche libro delle tonnellate che sono stati scritti in questi ultimi quindici anni per capire che con un ricattato dalla mafia, un corruttore, un evasore  che non denuncia la mafia ma la paga, con un disonesto per natura un governo non si fa, né tanto meno se ne può fare uno di responsabilità.

***

LA “ROTAZIONE” DI LETTA SUPERSTAR DEL SUCCESSO ALTRUI  – Antonello Caporale, Il Fatto Quotidiano

Basta un poco di Concordia e la pillola italiana va giù – Alessandro Robecchi, Il Fatto Quotidiano

LATO B.  Marco Travaglio

***

Mi piacerebbe sapere di quale orgoglio italiano parla il nipote dello zio quando arruffa il pelo e si eccita a proposito della gigantesca operazione di ingegneria che ha rimesso in piedi la Concordia. Perché, come giustamente faceva notare Crozza ieri sera a Ballarò gli autori, loro sì meritevoli, l’italiano nemmeno lo parlano. E un signore che si chiama Nick Sloane non rappresenta certamente il popolo italiano. Italiano è chi ha provocato una strage in cui sono morte 32 persone e italiano è chi avrebbe l’autorità per impedire questa sceneggiata denominata “inchino” di navi gigantesche che mettono a rischio la vita della gente e l’ambiente delle città di mare ma non lo fa.

Lo spazio mediatico dato alla Concordia in sostituzione dei più miserabili fatti che riguardano l’Italia non toglie nulla all’abilità e al prestigio di quello che ha fatto il team di eccellenze che ha rimesso la nave in piedi.

 Prendersi il merito, parlare di orgoglio italiano è intellettualmente disonesto e fuorviante, come se la finale dei mondiali di calcio si giocasse in Italia fra Brasile e Francia ad esempio e poi, alla fine della partita il sindaco della città che ha ospitato il match si prendesse il merito della vittoria, a nome di tutta la città.

Ma nel paese dove per vent’anni un malfattore ha potuto fare il bello ma soprattutto il cattivo tempo, nel paese dove a quel malfattore si concede ancora spazio da uomo libero, onesto e innocente in violazione non solo della legge e della Costituzione ma anche del benché minimo senso del pudore, nel paese dove tutto si riduce a derby calcistico e a spettacolo mediatico, perfino le tragedie, serve e basta davvero poco evidentemente per parlare di orgoglio, che è una parola enorme quando quell’orgoglio ha un fine positivo, una parola importante e per questo da usare con moderazione.
Specialmente se si fa il presidente del consiglio di un paese sciagurato come questo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...