Feed RSS

Vogliono distruggere la Costituzione

Inserito il

“La Costituzione stravolta in silenzio”
Appello contro la riforma di Pd e Pdl

Affossate le procedure dell’articolo 138, parlamentari esautorati e costretti a votare a scatola chiusa
Così, nell’indifferenza generale, le larghe intese puntano a imporre la svolta presidenzialista
BLOG DI PETER GOMEZ – LA CARTA FONDAMENTALE RISCRITTA DAI NOMINATI.

La riforma della Costituzione sta a questo paese come il riordinamento del codice stradale a Palermo dove il problema è notoriamente il traffico.

Non risulta che riformare la Costituzione fosse un’urgenza da governo di necessità.

Questo governo così com’è non può permettersi di riformare nulla di quanto fatto da persone con una diversa moralità, etica e senso dello stato che in un momento storico difficilissimo hanno dimostrato di tenere davvero al bene del paese, non certo al loro personale né politico come invece si usa fare in questi bei tempi moderni.

Fuori tutti gli indagati, imputati, prescritti e condannati dal parlamento e poi forse se ne può parlare, ma col consenso dei cittadini, non quello delle segreterie dei partiti e del presidente monarca che fa i governi a sua immagine e somiglianza, non degli italiani.

La Costituzione è l’ultima garanzia che abbiamo: difendiamola. Tutti.

***

Lucarelli, Salvi, Ingroia, La Valle, Giulietti e altri chiedono una firma per fermare la procedura di modifica della Carta messa in opera dalla maggioranza delle larghe intese. Che affossa l’articolo 138, umilia i parlamentari e tiene all’oscuro l’opinione pubblica. Mentre il Porcellum resta. Firma l’appello

 

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...