L’anno che verrà

Sottotitolo: “Tutto pronto per il messaggio di Napolitano. Il tempo di riordinare gli ultimi luoghi comuni.”

( Valerio Vestoso per “viva la satira” )

Ecco, se qualcuno è in vena di buoni propositi,  se non ne può proprio fare a meno si potrebbe iniziare da qui.
Smettere di ascoltare la solita retorica patriottica, quella all’amatriciana, quella sì, davvero populista di un presidente che ha dimostrato troppe volte di non essere il presidente di tutti ma solo di una parte di…quella meno bisognosa di essere aiutata, sostenuta, e in qualche caso soccorsa in extremis.
Un presidente che offre un bonus ad un diffamatore per mestiere, per tralasciare l’attacco frontale alla Magistratura siciliana ha fatto la sua scelta, ha deciso da se medesimo come vuole essere ricordato dalla Storia.
Noi, non abbiamo fatto nulla.

L’imperativo per tutti dovrebbe essere quello di sapersi liberare il più possibile del brutto, quindi  anche delle cattive abitudini.

Tipo quella di votare per scherzo o per dispetto, di entrare in cabina elettorale con lo stesso spirito  che si ha quando si sceglie una pizza, un abito, la destinazione delle vacanze,  la macchina nuova.

Per questo io sono sempre favorevole all’esamino preventivo: chi non sa non fa del male solo a se stess* ma anche a me.

Quindi, prima imparare, in primis che il voto è una cosa seria,  e dopo votare.

Auguri di buon anno a chi passerà di qua, ma soprattutto  buon anno a tutti i corsari, quelli sempre in direzione ostinata e contraria.

Quelli che non scelgono le strade battute dai tutti.

Quelli che rischiano del loro, tutti i giorni.

2 thoughts on “L’anno che verrà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...