Feed RSS

Stefano, morto di botte, di fame e di sete

Stefano Cucchi è morto di fame e di sete.
Prim’ancora che di botte.
Dunque non farà né caldo né freddo a nessuno, a parte noi poveri idealisti che pensiamo e speriamo che l’Italia possa trasformarsi prima o poi non dico in un paese normale ma almeno sano,  sapere che in questo paese si nutrono per legge, quindi obbligatoriamente – anche contro la loro volontà espressa in precedenza – i già morti mentre non si ricorre all’alimentazione forzata quando c’è da salvare una vita che era ancora vita. 
Una persona può rifiutarsi di mangiare e bere per protesta o perché essendo stata pestata a sangue a scopo pedagogico, educativo,  fame proprio non le viene mentre è sotto tutela dello stato e ricoverata in una struttura sanitaria pubblica e non succede niente, si lascia morire così, nell’indifferenza di tutti vietandole perfino la vicinanza di una persona di famiglia.

Fini e Giovanardi dovrebbero pentirsi per il resto della loro vita,  se hanno ancora una parvenza di coscienza da qualche parte, perché la morte di Stefano è tutta roba loro: di quella legge criminale che porta la loro firma.

Chi vuole bene ai suoi figli, li deve mandare via da qui; non è un paese per giovani, questo.

Caso Cucchi, i periti: “Morì per carenza
di cibo e liquidi. Fu colpa dei medici”

 
 
Caso Cucchi, i periti: "Morì per carenza  di cibo e liquidi. Fu colpa dei medici"

Per gli esperti “i medici del reparto di medicina protetta dell’ospedale Pertini, non trattando il paziente in maniera adeguata, ne hanno determinato il decesso”. E poi “il quadro traumatico osservato si accorda sia con un’aggressione, sia con una caduta accidentale” [Il Fatto Quotidiano]

 

+ Al via il processo per la morte di Cucchi Dodici imputati alla sbarra

Annunci

»

  1. Una tristezza infinita… e mezzo mondo sta a pensare al ritorno di B o alla fine del mondo.

    Rispondi
  2. tristezza senza parole
    ché ormai anche la rabbia ha perso la voce

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...