Feed RSS

Meglio “frocio” che Cassano

Inserito il

Sottotitolo:  ho smesso di seguire il calcio regolarmente come facevo frequentando anche gli stadi quando anni fa lessi in un’intervista ad Aquilani, ancora giocava con la Roma, che lui si tiene, o si teneva, speriamo per lui che nel frattempo sia cresciuto,  il busto del duce in camera da letto.

Questi ragazzi fanno scuola, vengono ammirati, idolatrati,  imitati da tanti ragazzi, e le parole non le devono pesare ma molto di più.

La seconda urgenza è che i giornalisti la smettano di considerare  cassano,  buttiglione, binetti, la mussolini,  giovanardi  e compagnia omofoba e razzista degli interlocutori in grado di dare un contributo serio e costruttivo al dibattito, specialmente su temi delicati come questo.

Europei 2012, Cassano choc: “Froci in nazionale? Speriamo che non ci siano”

Damiano Tommasi, certamente e per fortuna diverso da Cassano continua a dire che fare coming out non sia utile, io invece penso che lo sia, eccome. Altrimenti succede come con Lucio Dalla e il suo “amico del cuore”, insomma, chi è ricco e famoso può vivere anche  di “prepotenze” se vuole, dunque cercare di dare un’utilità sociale al  personaggio pubblico, seguito e apprezzato da tanta gente non sarebbe per nulla una cattiva idea, in questo paese di bigotti dalla morale doppia e tripla.

Gli italiani hanno accettato di farsi governare 17 anni da uno che pagava minorenni per i suoi divertimenti personali, quelle maggiorenni le ha ripagate assegnando loro ministeri e incarichi pubblici pagati da noi commettendo dunque svariati reati,  perché mai dovrebbe fare così tanto orrore e schifo  l’orientamento sessuale che reato non è e male non fa a NESSUNO?

Della dichiarazione di Cassano, se fossi una lesbica o un omosessuale, mi avrebbe offeso di più non l’aggettivo triviale col quale ancora molti, troppi, definiscono l’orientamento sessuale maschile diverso dall’eterosessualità ma – a parte le risatelle di sottofondo di chi era presente alla conferenza stampa fatte presumo da gente un po’ più superiore culturalmente e intellettualmente dai tanti cassani che popolano questo sciagurato paese – il fatto che lui abbia detto anche: “speriamo che non ce ne siano”.

Io invece mi auguro che quelli che “speriamo che non ce ne siano” e cioè ignoranti, o che si nascondono  dietro l’ignoranza o che vengono giustificati e compatiti perché sono  ignoranti siano sempre di più quelli come lui.

L’ignoranza oggi non è una  debolezza, non è un difetto fisico, non è una malattia inguaribile: è una  scelta precisa di chi VUOLE rimanere tale, per esserlo un po’ meno non  servono diplomi né lauree,  basterebbe avere la volontà di migliorarsi e
non vedo una sola ragione perché l’ignoranza come libera scelta venga poi fatta subire a chi ignorante non è e non è voluto esserlo per una scelta diversa, soprattutto di dignità personale.

Ce ne sono centinaia di ragazzi come Cassano che hanno scelto di fare carriera nel calcio e che sono nati e cresciuti in quartieri impossibili, Schillaci arrivò dallo Zen di Palermo, Montella è napoletano, e allora? non è una giustificazione. Nascere e crescere in un quartiere popolare non giustifica un bel nulla. Che la periferia sforni solo criminali o gente ignorante è un luogo comune che si dovrebbe abbandonare urgentemente. Roberto Saviano non è un’eccezione, per fortuna.

 Bari vecchia Cassano  l’ha lasciata da anni ormai e da come si è espresso  si può ben capire quanto sia stata utile la visita della Nazionale  ad Auschwitz di qualche giorno fa con tanto di pentimenti e lacrime.

Qualcuno forse ha dimenticato di spiegargli che anche gli omosessuali e le lesbiche venivano gasati e passati per i forni dai nazisti, visto che dubito che abbia mai aperto un libro di storia [ma anche e solo un libro e basta].
Cassano è qualcosa di più di omofobo, è ignorante, l’ignoranza è una
delle strade, anzi LA strada  che può condurre nei territori più pericolosi,  è l’anticamera di tutto il peggio compresi l’omofobia e ogni tipo di razzismo.

E’ molto più pericolosa l’ignoranza della cattiveria; ad una persona cattiva si possono prendere le misure ed eventualmente le contromisure per difendersi, una persona stupida, ignorante per scelta e volontà precisa  è come una bomba che può esplodere da un momento all’altro,  è capace di tutto, dunque,  pericolosa.
Ieri ho letto cose sul genere: “lui è fatto così ma ha un cuore d’oro”.  Totti è stato massacrato per anni a causa della sua  ignoranza, c’è stato un  periodo in cui non si poteva nemmeno sentir parlare, eppure non sarebbe mai sceso così in basso.  Totti il cuore non ce l’ha grande, ce l’ha enorme, fa tante di quelle cose che nessuno o in pochi, a parte qui a Roma, conoscono. E la volontà di migliorarsi ce l’ha avuta, si è fatto affiancare da esperti della comunicazione, della lingua italiana, a questi ragazzi le possibilità non mancano, e se invece di comprarsi dieci  fuoriserie e cinque ville pensassero di acquistare anche un po’ di sapere, non sarebbe male.
Chissenefrega del cuore se poi non hai la volontà di migliorare il cervello.
Perché Hitler, lo sanno tutti (meno i cassani d’Italia),  adorava il suo cane , e sicuramente anche lui qualche volta avrà fatto un sorriso o una carezza ad un bambino.

Annunci

»

  1. hai ragione su tutto, ma posso anche chiedermi che ci azzeccava la domanda fatta??
    fatta poi ad una persona ignorante non ci si poteva che aspettare una risposta cosi..
    ma sinceramente che uno sia o meno gay o lesbica o quello che vuole che differenza fa??
    quale il motivo di parlarne…è bravo…basta ..aveva ragione la pubbblicità che un dottore sia bianco, nero, giallo, gay ti poni questa domanda mentre ti stai operando?? No e allora…tante polemiche inutili..a mio avviso fomentate ad arte..
    ciao

    Rispondi
    • Infatti l’ho scritto: bisognerebbe che i giornalisti la smettano di considerare cassano, buttiglione, binetti, la mussolini, giovanardi e compagnia omofoba e razzista degli interlocutori in grado di dare un contributo serio e costruttivo al dibattito, specialmente su temi delicati come questo. Parlarne non fa male, parlare a nuora perché suocera intenda, Cecchi Paone è un fautore del coming out, e secondo me, fa benissimo ad insistere. Buona giornata…

      Rispondi
      • Come sarebbe a dire “che ci azzeccava la domanda”? La domanda ci azzecca sempre. Quale il motivo di parlarne? Il motivo si chiama discriminazione, quella che i froci, le lesbiche, i transessuali e i bisessuali del paese rappresentato nel calcio da questo citrullo, ancora quotidianamente subiscono. Ed è proprio per questo che bisognerebbe parlarne in ogni occasione e luogo: se la gente si rendesse conto che un medico, un calciatore, un pompiere, a parte che bravo è pure gay, forse comincerebbe a vedere le persone diverse da sé un po’ più uguali, in fondo simili a sé, e comincerebbe a ragionare sull’argomento. Sono polemiche utilissime e doverosissime, altroché.

  2. NON SO’ PERCHè SI è MANGIATO I COMMENTI PRECEDENTI E MI SONO DOVUTO LOGGARE SU WORDPRESS comunque pressappoco avevo detto:

    ancora c’è gente che stupisce sui comportamenti e sulle dichiarazioni di scaltri che grazie al favore del favoloso bobbolo tajano si collocano abbondantemente al di sopra dei 70.000.
    A me comunque piace la gente spontanea, che non tradisce le proprie origini ed indubbiamente la dichiarazione rilasciata non contiene sottile ironia con quel “cazzi loro”, ma solo normale intercalare.
    Ci vorrebbe ben altro per un civile risanamento del nostro paese saldamente in mano ad un 10% di abili venditori ed abbindolatori di cervelli poco svegli

    Rispondi
  3. L’Italia è il paese che è anche grazie a individui come questo che, duole dirlo, rappresentano purtroppo la maggioranza del suo popolo. Non si spiegherebbe altrimenti perché siamo così indietro sul riconoscimento dei diritti di matrimonio e adozione per le coppie composte da persone dello stesso sesso e così barbari, sottosviluppati e trogloditi quando si tratta di affrontare il tema. In altri paesi, certamente migliori del nostro e non lontani dal nostro (penso alla Francia), questo “signore” sarebbe incorso in un reato e sarebbe stato punito per questo. Perché non è un’opinione l’odio per gli omosessuali.

    Rispondi
    • Poco fa ho asoltato il parere di un sedicente giornalista sportivo, tale PIERLUIGI pARDO CHE HA DETTO “su Cassano non ci sono trascorsi razzisti e omofobi, è stata una battuta infelice”. Ecco noi tendiamo sempre a relegare tutto come “una battuta”. Mi ricordo i commenti dei cosiddetti giornalisti dopo la frase del berlusca “meglio amare le belle ragazze che essere gay” e anche loro parlavano di BATTUTA INFELICE. Di esempi se ne potrebbero fare molti e chissà per quanti anni ancora…
      Però sono d’accordo con la prima persona che ha commentato. Io non so quale sia stata la domanda anche se credo fosse riferita a una dichiarazione di Cecchi Paone. Mi sono chiesto: era proprio necessario chiedere a un cafone, poiché tale si è sempre dimostrato, se fosse vero che tra i suoi compagni ci sono dei gay? Anche perché questo tipo di domanda mi mette un po’ i brividi, mi sembra sempre che abbia un marchio sottinteso. Forse un giorno chiederanno “per caso ci sono degli etero in squadra?”

      Il post mi è piaciuto molto, non avrei saputo trovare parole migliori. POsso copiarlo nel mio blog?

      Rispondi
      • Certo che puoi. Purtroppo a ghettizzare non siamo noi, società civile ma sono quelle istituzioni che devono necessariamente riconoscere i diritti di tutti così come vuole l’articolo 3 della Costituzione. Di cassano ne stiamo solo approfittando per parlare, evidentemente, di altre cose. Se questo fosse un paese normale non ci sarebbero i cassani, le binetti, i giovanardi eccetera, perché nei paesi normalmente civili chi fa dichiarazioni sullo stile di buttiglione, giovanardi, la binetti e la mussolini va in galera. Non ci sarà più bisogno di dichiararsi il giorno in cui TUTTI avranno gli stessi diritti a prescindere dagli orientamenti sessuali, e siccome in Italia non è così e non sarà mai così grazie anche ad una politica, nemmeno quella cosiddetta di sinistra (basta leggere cos’ha detto solo ieri fioroni) che non vuole tutelare i diritti di tutti, dunque anche quelli degli omosessuali, ben vengano tutte le provocazioni/sollecitazioni, anche quelle di Cecchi Paone e di Cristiano Malgioglio.

  4. spiace constatare che al di là del giusto o dell’ingiusto ci sia chi non sappia apprezzare la gente spontanea, che non tradisce le proprie origini e che magari ha le proprie convinzioni sui froci, sui preti, sulle monache o sui napoletani e non possa dichiararle apertamente, anzi si apprezza l’ipocrisia dei parolai paraculi
    Allora mi giustifico anche il fatto che nei talk show in tre ore si risolvono tutti i problemi e poi il giorno dopo invece ognuno continua beatamente a farsi i cazzi propri. Favolosa una serata di qualche anno fa quando in 1 ora di talk show furono abolite le province da destra, sinistra e centro.
    E poi ci lamentiamo se questi scaltri venditori di fumo continuano ad abbindolare tutto un bobbolo

    Rispondi
    • Non c’entra nulla questo frà. Stigmatizzare l’ignoranza volontaria non è mai un esercizio inutile. Proprio mai.
      Per me qualsiai pretesto per riparlare di diritti negati è utile, lo scrissi anche quando morì Lucio Dalla. Il problema non parlare delle cose ma il come, e quando il fine è utile, tutto va bene.Parlare, sempre, ed educare al rispetto delle diversità, smetterla di fare battute da caserma sui gay, le prostitute, insegnare che ci sono altre vite che non sono meno degne di quelle di chi sceglie di vivere liberamente in modo diverso dal mio e dal tuo, per esempio, e vale per tutti, anche per le puttane di strada se lo fanno liberamente.cassano è un pretesto, le provocazioni di Cecchi Paone, idem.

      Rispondi
    • L’omofobia non è un diritto, l’istigazione all’odio nemmeno. Non si tratta di “gente spontanea”, si tratta di gente che offende e discrimina. Questi no, non dovrebbero avere nessuna possibilità di “dichiarare apertamente”, ma dovrebbero essere puniti per legge, come accade in altri paesi.

      Rispondi
  5. Non per niente ti ho linkato! Siamo in sintonia, sono d’accordo su tutto, sopratutto su ciò che commenta milk…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...