Feed RSS

Don’t ask, don’t tell

Inserito il

Scout cattolici
“Gay? Un problema”
Grillini: “Disumano”

Un capo-scout gay: perché no? Meglio però che non faccia il coming out
Pensare che si possano reprimere le pulsioni sessuali (quelle sì, naturali e, a quanto pare volute da Dio per chi ci crede, visto che, sempre per i credenti  è lui che ci ha fornito di organi preposti anche ai piaceri della carne) come vorrebbe la Chiesa che, tecnicamente accetta l’omosessualità ma non la sua messa in pratica, ovvero la parte migliore (^_^),  restando una persona normale è una cretinata grande come il mondo.
Gli omosessuali sanno qual è il pensiero cattolico nei loro riguardi?
 bene, che abbandonino LORO ogni cosa che ha a che fare con chiesa e religione.
Non capisco questa insistenza nel voler essere accettati per forza in un posto che non li vuole, che li considera malati, inferiori, immeritevoli di qualsiasi rispetto e diritto.
Sono duemila anni che glielo dicono, che altro ci vuole per smetterla di inseguire questa setta di intolleranti?
La verità è che alla chiesa cattolica piace l’ipocrisia, l’unica dottrina che condividono è quella delle morali doppie e triple.
Quella che permette ad un divorziato colluso con la mafia (sostenuto da questa chiesa intollerante a corrente alternata  finché non sono entrate in scena le storiacce di HardCore, ovvero la mafia e la corruzione  sì ma le mignotte nonnonnò, ché perpetuare un’opera di lobotomia che dura da quasi tre millenni è un esercizio  costoso e impegnativo: serve tutto il peggio che c’è a disposizione, mafie comprese) di accostarsi all’Eucaristia, bestemmiare pubblicamente e ottenere il perdono “contestualizzato” da parte dell’eminenza di turno,  che gli ha permesso di farsi portavoce dei valori cristiani mentre a casa sua succedeva altro che Sodoma e Gomorra.
Quella dei funerali religiosi a Pinochet con la presenza di non uno ma tre vescovi sull’altare e che poi vieta il funerale a Welby  condannando tutto ciò che normale lo è come l’orientamento sessuale delle persone.
Io figli piccoli non ne ho più, volete salvare i vostri, se li avete? teneteli lontani dalla chiesa, fate decidere a loro da adulti consapevoli se vogliono o meno accostarsi ai sacramenti, non imponete loro battesimi, comunioni e cresime solo per tradizione, perché si fa la festa e si ricevono i regali.  
E invece di mandarli agli scout o all’oratorio mandateli ad infangarsi su un campo da rugby, che è molto più educativo di qualsiasi catechismo religioso.
Sarebbe un bel passo avanti, in fatto di civiltà.
Nessuno deve restare fuori dalle battaglie per la conquista della civiltà. Ma, se lesbiche e omosessuali permettono, quella di farsi accettare dalla chiesa è l’ultimo dei miei pensieri.
Io volo alto, mi piacerebbe che a loro fossero riconosciuti gli stessi diritti di tutti in ambito civile.  
Della religione si può anche fare a meno, quando quella religione reprime.
E siccome le religioni in linea di massima sono fatte apposta per reprimere…
L’interferenza, l’ostacolo al cammino verso un progresso civile sono fatti politici, non religiosi, molti di noi ragionano diversamente perché ci siamo – fortunatamente  –  smarcati da un certo modo di pensare ma è innegabile che finché sarà la politica a riconoscere alla chiesa un’autorità in grado di poter sovvertire la volontà dei popoli, di lasciare che progrediscano ignoranze di tutti i tipi,  impedire (e
questo succede solo qui perché la sede della multinazionale vaticano spa l’abbiamo qui e non è un caso, che sia qui) che si facciano leggi  tese a favorire l’uguaglianza e a promuoverla come c’è scritto anche nella nostra Costituzione che è quella di un paese laico, non di una teocrazia, indipendentemente dagli orientamenti sessuali di chiunque, che renderebbero quindi questo un paese non eccezionalmente civile ma NORMALMENTE civile io credo che sia giusto non abbassare la guardia su quanto, invece, si cerchi di far pesare più del dovuto, e a tutti, anche a chi non crede o crede in altro dal cattolicesimo, quanto il volere di questa chiesa invece conti per chi poi deve mettere in pratica la civiltà.

Annunci

»

  1. Gli omosessuali vogliono essere riconosciuti dalla chiesa e addirittura potersi sposare! Tanno fuori di testa, qui non si sposano neppure gli etero!

    Rispondi
  2. No: il riconoscimento delle coppie di fatto non c’entra niente col matrimonio. Non andiamo fuori strada, ché già è difficile quella che si sta percorrendo.

    Rispondi
  3. Non immagino come possa essere una vita a sentirsi rifiutati , per lo più tollerati e quasi mai acettati , quindi è difficile dare dei pareri,.
    Ritengo che la relgione sia una questione intima che si possa vivere ( per chi non ne può fare a meno ) anche senza benestare dei ” dirigenti” del culto altrimenti è una battaglia contro” i mulini a vento”
    ciao rosi

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...