La sostanza non cambia

             

TIME
Personaggio dell’anno:
I MANIFESTANTI

La chiesa corre in soccorso dei più deboli lanciando moniti allo stato, offrendosi di aiutare i poveri con le Caritas, chiedendo, e ottenendo, dunque è molto più di una richiesta, verrebbe da dire che è una pretesa alla quale tutti i governi s’inchinano a destra come a sinistra, di non pagare l’ICI sui suoi immobili.
Sulle bancarelle di tutti i mercati, non solo quelli entro e nei pressi dello stato vaticano, si possono trovare, insieme ad altra oggettistica sacra, dei graziosissimi rosari alla modica cifra di 20 euro (quarantamila ex lire).
Da un’inchiesta di Repubblica pare che i rosari che si vendono siano prodotti in Albania a 7 centesimi al pezzo per poi essere rivenduti in Italia a 20 euro. Forse non tutti sanno che le donne albanesi apparentate ad assassini e criminali sono soggette alla legge del kanun che le costringe, per non essere oggetto di vendetta, a vivere forzatamente in casa. Ecco dunque l’idea geniale della multinazionale vaticana: dall’Italia arriva la materia prima che loro confezionano per 7 centesimi. Tanto devono stare a casa, che problema c’è? Ma non parliamo di sfruttamento, mi raccomando.

Ieri è stato il primo anniversario dello “scilipoti day”. Se non avessero dato la proroga al liftato zippato e la conseguente possibilità di aprire la campagna acquisti, se Napolitano non si fosse intenerito (come in altre occasioni ha fatto, per il nostro bene, si capisce), alla manovra sanguinolenta di Monti and friends non ci saremmo neppure arrivati. Giusto per non dimenticare le cose importanti.

La battuta più azzeccata sull’operato di Monti l’ha fatta incredibilmente l’ex ministro azzannapolpacci Maroni: “per una manovra così bastava il ragionier Fantozzi”. Purtroppo noi siamo gente semplice e non ci arriviamo, non capiamo che nella vita studiare serve, anche, in certi casi soprattutto, ad imparare come fottere meglio, però con tanto stile. Sobrio, naturalmente. Ché se l’avesse fatta berlusconi una cosa del genere non lo so mica che sarebbe successo.

Monti, invece di dire al governo di berlusconi “perché queste cose non le avete fatte voi” avrebbe dovuto dire: “io faccio così, vostra e dell’opposizione sarà poi la responsabilità di votare o no una manovra davvero equa e giusta, che non vada ad appesantire dove non ce n’è bisogno ma che tenga davvero in considerazione il concetto sacrosanto, socialmente e civilmente giusto che chi ha di più deve dare di più”.
Mettere maggioranza e opposizione davanti alla scelta di salvare davvero il paese o farlo affondare definitivamente. Con tutte le conseguenze elettorali che questa scelta avrebbe comportato, perché prima o poi a votare ci dobbiamo tornare, e speriamo allora  che nessuno si dimentichi di niente ma, soprattutto, di nessuno.

L’avevo scritto due settimane fa, il 1 dicembre per la precisione: se la soluzione alla crisi consiste nel furto, la rapina, la sottrazione indebita, lo scippo, aumentare e aggiungere tasse, riaumentare benzina e sigarette per la miliardesima volta non serviva mica Monti, bastavano anche quelli di prima che almeno avevano già le physique du rôle adatto. Ché un ladro almeno non dice: ti sto rapinando per il tuo bene perché sa benissimo che lo sta facendo per il suo.

Singolare poi che uno che si vanta di aver fatto pagare sanzioni importanti, uno che è andato a disturbare Bill Gates,  l’uomo più ricco del mondo, abbia paura di certi viziatissimi e disonesti cialtroncelli nostrani  come ad esempio i tassisti e i farmacisti e nessun coraggio di applicare la sua idea di rigore e di EQUITA’ dove  andrebbe messa in pratica.
E invece, niente tasse per i ricchi, niente liberalizzazioni per taxi e farmacie, il grande ritorno degli aumenti su IVA, benzina e sigarette e la fiducia a chiudere.

Serviva l’eccellenza per una manovra così?

11 thoughts on “La sostanza non cambia

  1. Sulla chiesa io comincerei veramente a fare un ulteriore pensierino..ci riprendiamo lo stato del vaticano e il papa a turno risiederà in tutti i paesi cristiani..così anche le rotture di scatole e le intromissioni indebite verranno spalmate equamente su tutti quanti..
    Per il resto che dirti che già non ti ho detto..Abbiamo un presidente della repubblica che già da giovane era un bastardello dedito al leccaggio e a qualsiasi compromesso pur di far carriera..ora per di più è anche un vecchio rincoglionito preso da compulsioni verso un liberismo sfrenato..
    Abbiamo un partito..il PD..che è ridotto ad un’accozzaglia indefinita di preti e ex pseudo-comunisti che non sa più chi deve rappresentare..lasciando le classi più deboli alla mercè di questi banchieri spietati..
    Abbiamo un PDL che con Alfano non farà altro che raccogliere i frutti di questa scellerata commedia e ripresentandosi alle elezioni come parte lesa riconquisterà i consensi ora perduti. Diciamo che non la vedo bella la prospettiva,Speriamo bene,speriamo in un miracolo..

    • Io sono favorevole da sempre all’ipotesi di un vaticano itinerante, che vadano ad arricchire anche gli altri, che facciano emozionare anche i cittadini degli altri paesi così come dobbiamo fare noi ormai da troppo tempo.Che vadano ad interferire nei parlamenti delle vere democrazie e ci facciano riposare un po’, ché s’è fatta quell’ora. Leggevo poco fa su FB che alla sede dell’INPS di Parma qualche giorno fa si è presentato un tranquillo pensionato, ha preso il numerino, ha aspettato il suo turno, quando ha saputo che non poteva ottenere l’aumento della pensione ha estratto un martello e ha distrutto il computer dell’impiegata.
      Capito? ormai anche gli anziani vanno in giro armati, non solo incazzati. L’ultimo periodo della vita lo vivono nel modo peggiore che si possa, e nessuno chiederà mai scusa per questo. Andassero a fare in culo tutti, chi ha fatto in modo e ha permesso che tutto questo potesse accadere (berlusconi e i suoi ascari), e quelli che con stile e sobrietà stanno solo completando la sua opera.

  2. Da quando le società esistono, un governo, per forza di cose, è sempre stato un contratto d’assicurazione concluso fra i ricchi contro i poveri.
    Honorè de Balzac

    Cara Cristina..
    Non mi viene in mente altro, che questo feroce e calzante aforisma.
    Su scilipoti. Mi hanno scritto via mail, dall’associazione disabili.. sai, mi hanno mandato un link sulla manifestazione del 13 u.s. alla quale non ho potuto partecipare (ero sempre per Matteo ad un’altra riunione), e non ho il coraggio di vederlo (su youtube). Magari, se ce la faccio (a vederlo) poi te lo giro.

    Un abbraccio.

    Roberta

  3. so’ che qui da te, posso dire quello che voglio, anche se non la penso come te.
    🙂

    Su Monti.
    Che speravamo facesse? Non è mica robyn hood.
    I governi tecnici non hanno mai fatto il bene di nessuno nè tantomeno quello delle parti sociali. L’ultimo colpo di coda del precedente governo (governo?? lo definirei piuttosto “un’ammucchiata orgiastica da far rabbrividire i gironi danteschi”) ha tagliato l’impossibile, ossia, tutto quello che poteva tagliare. E QUANDO DICO TUTTO, DICO TUTTO. E lo dico con cognizione di causa, visto che il mio bambino (affetto da autismo) si è visto dimezzare DIMEZZARE, le ore della riabilitazione.
    Quindi, non mi meraviglio. Affatto. E non mi meraviglia nemmeno tutto quello che succede. Una sorta di consapevolezza agghiacciante, mi pervade. Non ci siamo mossi di un millimetro. Paradosso dei paradossi. Siamo ormai in epoca spaziale, ma certe cose non cambiano, sono immodificabili..
    Però, nel ns piccolo ogni giorno, possiamo cambiare, rimboccarci le maniche, io lo faccio..

    Scusami sai.. Cristina, ma le cose le vedo con occhi e le leggo come fatti di una storia contemporanea.. della STORIA CONTEMPORANEA NOSTRA.
    Sono tuttavia, ottimista. Perchè ci sono molti fatti positivi, di cui non si parla. Si preferiscono altri tipi di notizie.
    Noi nel ns piccolo e nel nostro quotidiano, cambiamo il mondo, non ci sembra, ma è così.
    A presto.

    Roberta

    e grazie, per lo spazio.
    Grazie sul serio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...