Feed RSS

Nuoce gravemente alla salute

Carina questa novità delle sigarette che si spengono da sole. Dittature in ogni dove, in questo bel paese che è l’Italia dove lo stato fa pagare le sigarette per intero però da un po’ di settimane si possono fumare solo per metà.
Che il fumo faccia male lo sappiamo anche noi che fumiamo lo stesso, ci sarebbe poi da discutere per mille anni su quanto faccia male anche tutto quello che ci viene propinato a nostra insaputa; nell’aria, nei cibi che mangiamo, nei saponi con cui ci laviamo, nei detersivi con cui igienizziamo – almeno questo è quello che crediamo di fare – le nostre case, i piatti dentro ai quali mangiamo eccetera.
Ma se lo stato ha così a cuore la nostra salute perché non la smette di rendersi complice di chi produce cose che fanno male? eppure è facile, basterebbe fare come in America dove le multinazionali del tabacco sono private, non è lo stato a vendere le sigarette salvo poi dirti che fumare fa male, ecco perché ogni tanto qualcuno riesce anche ad ottenere i risarcimenti dei danni provocati dal fumo.
In Italia questo non sarà mai possibile: è possibile però, per lo stato, stampare sui pacchetti di sigarette frasi dal tenore terroristico e inventarsi l’escamotage che non farà smettere nessuno di fumare ma in compenso farà vendere molto di più perché nessuno va a riaccendersi una sigaretta spenta a metà. Io fumo, e nemmeno poco. Ma se da domani smettessero di vendere le sigarette me ne farei una ragione. Non ho mai sopportato queste alleanze fra lo stato e chi produce cose destinate alla vendita  che avvelenano o potrebbero farlo. Lo stato con una mano ti dà e con l’altra vieta, manco fossimo tutti un popolo di cerebrolesi incapaci di scegliere anche come farci eventualmente del male. Lo stato non vendesse più alcool e fumo così non ci sarebbe nemmeno più bisogno di nascondersi dietro l’alibi della scrittina idiota sui pacchetti come a dire “io te l’ho detto, poi sono cazzi tuoi”, ennò, sono i nostri, visto che me le vendi tu. Di class action ce ne vorrebbe una al giorno, nel paese dei disonesti paraculi.

Annunci

»

  1. beh da un lato i soldi delle sigarette, dall’altro per curare i fumatori…non fa una grinza. Svegliata tardi? beata te…

    Rispondi
  2. Alle otto meno un quarto è tardissimo per me…ecco: hai capito bene, lo stato guadagna facendoti ammalare e guadagna sulle cure di quel male che ha contribuito a provocare.Peggio di un film di fantascienza…

    Rispondi
  3. Ennesimo controsenso di questo strano Paese. Nemmeno io me lo spiego! Ciao cara, buona serata.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...